lunedì 28 novembre 2016

GENERATIONS OF TOUR

Questa settimana sarò in giro a presentare la nuova edizione di “Generations of love - extensions”. 
Tre date, venite a trovarmi.

TORINO

Martedì 29, ore 21
Libreria Trebisonda
via Sant’Anselmo, 22

ROMA

Venerdì 2, ore 19
con Antonella Lattanzi
Giufà
via degli Aurunci, 38 (San Lorenzo)

BOLOGNA

Sabato 3, ore 18.30
Libreria IGOR
via Santa Croce, 10




domenica 27 novembre 2016

GENTE IN CADILLAC

Da qualche giorno è disponibile on line il nuovo numero della rivista letteraria “Cadillac”. 
Giunta al tredicesimo numero, questa nuova uscita è curata da Michele Crescenzo e contiene otto racconti, fra i quali un inedito dello scrittore americano Robert Ward, tradotto in esclusiva per l’Italia. 
Apre il numero un mio racconto intitolato “Visita guidata alla casa-museo”. 
Potete leggere (e scaricare in pdf) la rivista qui.


mercoledì 16 novembre 2016

3 APPUNTAMENTI A BOOKCITY

Faccio parte anch’io del fittissimo programma della manifestazione “Bookcity” che si svolgerà a Milano questo weekend, tra incontri ufficiali ed eventi off. I tre incontri che mi riguardano sono la presentazione di “Generations - Extensions”, con il fantastico Fabio Genovesi a condurre l’incontro, la presentazione della collana “Incendi” (con qualche anteprima del libro su Yoko Ono) e il reading di una delle Extensions durante la mega festa di sabato sera. L’offerta è ricca. Venghino, siori, venghino!   

Venerdì 18

Ore 19

Presentazione “Generations of love - Extensions”
con Fabio Genovesi

@ Libreria Verso 
Corso di porta Ticinese 40


Sabato 19

Ore 16.30

“Insegnare le passioni”
Presentazione collana INCENDI (Add editore)

@ MUDEC (Auditorium)
via Tortona 56 


Ore 22

Reading / BOOK PARTY
Insieme a: Paolo Cognetti, Giorgio Fontana, Gianni Miraglia, Vanni Santoni, Chiara Moscardelli, Marco Rossari, Gianluca Favetto, Lorenza Gentile

@ BASE Milano

via Bergognone 34



venerdì 11 novembre 2016

GENERATIONS - IL RITORNO

Era da tempo che speravo di pubblicare un post di questo tipo e finalmente posso farlo.
Ho due novità fondamentali da comunicare. 

La prima è che, dopo almeno quattro anni di assenza dalle librerie, il 17 novembre torna disponibile “Generations of love”. In molti mi hanno scritto in questi anni chiedendomi notizie di una ristampa, a volte con toni quasi supplichevoli. Un amico mi ha fatto notare che su internet vendevano copie usate a prezzi assurdi tipo mille euro, che ovviamente e grazie al cielo nessuno si è sognato di sborsare (per quella cifra vengo io direttamente a casa vostra e ve lo declamo a voce, nel caso). 
Viene pubblicato da Fandango e non sarà una semplice ristampa, ma un’edizione arricchita. Oltre al romanzo conterrà una serie di racconti a carattere autobiografico nei quali ricompaiono i personaggi del libro, quasi cento pagine in più di storie parallele che si svolgono durante o dopo il periodo raccontato nel romanzo. Non si tratta di un sequel ma di una sorta di ampliamento. Fate conto tipo i materiali extra dei dvd. Per questo motivo il volume si intitolerà “Generations of love - Extensions”. Non “Extended” ma “Extensions” come quelle dei capelli, perché l’effetto vuole essere quello, di ampliare ed estendere le storie per dare al tutto un effetto più voluminoso. Sono figlio di parrucchiera e certe influenze, come vedete, continuano a farsi sentire.   

La seconda novità è che questa uscita segna un po’ il mio ritorno sulla scena letteraria: infatti in tarda primavera, sempre per Fandango, uscirà il mio nuovo romanzo. Non voglio anticipare troppo, dico solo sarà un libro parecchio pop. E come se non bastasse entro la fine del 2017 pubblicherò un terzo libro, questa volta sarà un saggio, dedicato alla mia passione per una delle icone più detestate della terra, la sublime Yoko Ono. 
Insomma, sono stato zitto per parecchio tempo, ma sono pronto a recuperare.

Intanto per “Generations of love - Extensions” sono previste alcune presentazioni. Le prime in programma sono:
Venerdì 18 novembre alle ore 19 alla libreria Verso di Milano, con lo scrittore Fabio Genovesi.
Martedì 29 novembre alle 21 alla libreria Trebisonda di Torino.
Sabato 3 dicembre alle 18.30 alla libreria Igor di Bologna.
Ovviamente vi aspetto tutti.


Ecco la copertina della nuova edizione. Che ne dite? Vi piace?


domenica 23 ottobre 2016

Le conseguenze dell’amore (per ‘tina)

Esce in questi giorni in libreria il romanzo “Gattoterapia” (Baldini e Castoldi editore), firmato da Giorgio Pirazzini, autore che chiude l’ultimo numero di ‘tina con il racconto “Paco a Parigi”. A dispetto di quanto il titolo faccia pensare, “Gattoterapia” non è affatto una storia romantica nella quale i felini fungono da supporto alle vicende sentimentali umane, tutta la melensa mitologia degli effetti benefici di avere un gatto per casa da coccolare e accarezzare viene spazzata via dalla scrittura caustica di Giorgio: qui il felino di casa è un perfido compagno di vita, dotato di parola e lingua tagliente, che si intromette nella crisi coniugale dei suoi due padroni con effetti a dir poco disastrosi. Un romanzo originale, divertente e dai risvolti imprevedibili. 



Pirazzini non è l’unico ad aver pubblicato: anche Walter Comoglio, il cui testo “Sette giorni vividi e ininterrotti” invece apriva l’ultimo numero di ‘tina, è giunto al debutto in volume: la sua raccolta di racconti “La sera che ho deciso di bloccare la strada” è stato pubblicato dalla giovane e interessante casa editrice indipendente Gorilla Sapiens. Il libro contiene fra gli altri il memorabile “Tedeschi che suonano altri tedeschi”, uno dei racconti più geniali che abbia letto nella vita (e ne ho letti parecchi).



Pubblicare su ‘tina quindi continua a essere un buon auspicio per i suoi autori. 

Anche gli scrittori del numero precedente si sono fatti valere: Giorgio Specioso e Elena Ghiretti hanno esordito entrambi con un romanzo pubblicato sempre da Baldini e Castoldi (rispettivamente “Dinosauri” e “L’intelligenza della specie”). Il cantautore Dente ha debuttato con una raccolta per Bompiani intitolata “Favole per bambini molto stanchi” e proprio in questo mese ha pubblicato anche un nuovo album, “Canzoni per metà”.



Tutte buone notizie.

(E il numero nuovo? È pronto e in corso di impaginazione. Uscita prevista: gennaio 2017. Bella lì).

sabato 17 settembre 2016

CINQUE LIBRI NELLA MIA VITA

INTERVISTE CHE NON MI HANNO MAI FATTO - LITERARY HUB

Il sito americano “Literary hub” ha questa rubrica intitolata “Cinque libri nella mia vita”, sottotitolo: “Spaventose ammissioni e libri da altri pianeti”, nella quale pone le stesse cinque domande ogni volta a scrittori diversi. Ecco cosa avrei risposto se l’avessero chieste a me.  

Qual è il primo libro di cui ti sei innamorato?
Mi è sempre piaciuto leggere, fin da ragazzino, e non sempre cose adolescenziali (per esempio, ho letto “Cent’anni di solitudine” di Gabriel Garcia Marques a 14 anni e l’avevo adorato), ma se devo intendere il senso della domanda alla lettera, cioè quale libro mi ha fatto innamorare di sé, mi ha sconvolto mentre lo leggevo e mi ha cambiato la vita, allora senza dubbio è stato “Ballo di famiglia” di David Leavitt,  che ho letto intorno ai 20 anni. È il libro che mi ha fatto capire che nella vita avrei voluto fare lo scrittore.

Il classico che ti senti in colpa per non aver letto.
Potrei fare un lungo elenco, dal momento che ho letto pochi classici e sono un fanatico della narrativa contemporanea. Probabilmente quello che vorrei aver letto ma che so già non leggerò mai a causa della sua mole è “Alla ricerca del tempo perduto” di Proust. 

Qual è il libro che hai riletto più volte?
Non rileggo quasi mai, perché ogni volta che prendo in mano un libro che ho già letto mi sembra di togliere tempo alle migliaia di libri che devo ancora leggere, quindi ne sfoglio qualche pagina poi lo ripongo. Detto ciò, i libri che ho riletto più volte sono stati senza dubbio i volumi “Mi ricordo” di Joe Brainard e Georges Perec, a causa della versione che ne ho fatto io in italiano e di tutti gli incontri e le lezioni che ho tenuto sul tema. 

C’è un libro che vorresti aver scritto?
Immagino che a una domanda simile avrei dato risposte differenti nel corso degli anni. Attualmente diciamo che se avessi scritto io “A visit from the goon squad” (Il tempo è un bastardo) di Jennifer Egan mi sentirei l’autore più soddisfatto del pianeta.

Qual è il nuovo libro che non vedi l’ora di leggere?

Il nuovo romanzo di Piersandro Pallavicini, appena uscito, un autore che non mi ha mai deluso.



giovedì 4 agosto 2016

COSA LEGGO QUEST'ESTATE?

A grande richiesta, anche quest’anno propongo una serie di libri da leggere in vacanza. Ormai lo sapete, non si tratta necessariamente di novità, ma a volte anche testi pubblicati due o tre anni fa che penso valga la pena recuperare. Accanto a quelli che segnalo di seguito, vi ricordo alcuni titoli che ho già recensito qui sul blog nei mesi precedenti. Cliccateci sopra per risalire all’articolo originale: “Dalle rovine” di Luciano Funetta, “La donna che scriveva racconti” di Lucia Berlin, “Corpi di gloria” di Giuliana Altamura e “La questione più che altro” di Ginevra Lamberti. 




Andreji Longo 
L’ALTRA MADRE 
(Adelphi) Euro 17

Nella Napoli contemporanea si incrociano i destini di una ragazzina, una donna poliziotto, un criminale casuale e una madre gravemente malata. Romanzo a  orologeria, con vite e storie che si intrecciano seguendo un ritmo incalzante e una lingua in grado di riflettere tutta l’ironia e la genialità della parlata napoletana. Un po’ Gomorra, un po’ commedia all’italiana, ma molto più sottile sia di uno che dell’altra. Un romanzo che si divora e un finale da cuore in gola. Ha fatto poco parlare di sé finora, ma a mio avviso è il libro dell’estate 2016. 




Benjamin  Alire Saenz
TUTTO INIZIA E FINISCE AL KENTUCKY CLUB
(Sellerio) Euro 16

Libro di racconti pubblicato due anni fa e finora da me criminalmente ignorato. L’autore, Saenz, è un uomo di confine, in molti sensi. Vive fra il Messico e gli Stati Uniti, è stato sposato e con figli, per poi scoprirsi gay in età matura, per anni ha scritto libri per bambini prima di dedicarsi alla scrittura per adulti. Le sue storie riflettono queste esperienze, a volte contrapposte, questa ricchezza. Amore, violenza, sopruso, speranza, bisogno di andarsene, impossibilità di abbandonare la propria casa. Alcuni di questi racconti sono di un livello altissimo, tanto che la raccolta è stata premiata con il Pen/Faulkner Award. A un amico che me ne chiedeva una definizione l’ho descritto come l’incrocio (impossibile) fra Kent Haruf e Peter Cameron. 



Melanie Benjiamin
I CIGNI DELLA QUINTA AVENUE
(Neri Pozza) Euro 18

Prima o poi doveva succedere. Da grande estimatore di Truman Capote, da sempre sostengo che la parte più interessante della sua biografia non è il momento in cui scrisse il suo capolavoro “A sangue freddo” (impegno massacrante e successo clamoroso dai quali uscì devastato e sul cui tema sono stati dedicati svariati studi e ben due film), ma quello successivo, ossia il finale della sua vita, quando seguendo un’intuizione artistica suicida scrisse i racconti nei quali svelava i segreti delle sue più care amiche, nobildonne ed ereditiere del jet-set internazionale (inclusa Marella Agnelli), rovinandosi per sempre i rapporti con ciascuna di loro e auto-condannandosi a un esilio sociale disastroso per la sua morale e la sua salute. Oggi Melanie Benjamin, redattrice della Random House, trasforma la vicenda in un romanzone sentimentale e super-glamour di oltre 500 pagine. La lettura più chic da sfoggiare in spiagge di un certo livello.  



Helen McDonald
IO E MABEL
(Einaudi) Euro 19,50

Uno dei libri più anomali che vi capiterà di leggere. Il romanzo autobiografico di un’insegnante universitaria che, alla morte del padre, per affrontare il lutto profondo che la affligge decide di dedicarsi all’addomesticamento di un falco. Ci sono ragioni simboliche e affettive per cui compie questa scelta, ma certo resta una specie di follia. Il rapace che accoglie in casa e alleva è un astore, crudele predatore e molto poco portato al rapporto con gli umani. Quella dell’autrice è una sfida personale altissima, che spesso la lascerà abbattuta e fisicamente ferita. Eppure seguire la sua determinazione e la sua assurda avventura per il lettore è affascinante e molto sorprendente. Libro profondo, non facile, ma che induce alla riflessione in modo del tutto originale.  




Manuela Mellini
IL COLORE DEI PAPAVERI
(Piemme) Euro 16,50

Una bibliotecaria di un paesino della Romagna per fare colpo su un giovane inglese si inventa che il castello locale sia popolato da un fantasma. Lo straniero è in realtà un autore di celebri guide turistiche e l’innocente menzogna finisce per avere un impatto imprevedibile sulla vita del paese e, soprattutto, della ragazza. Un romanzo d’esordio lieve e spiritoso, in grado di tratteggiare con ironia e accuratezza i personaggi che popolano la nostra provincia, con una protagonista lontana dagli stereotipi giovanili contemporanei. Perfetto per sorridere sotto l’ombrellone.  



Alejandro Zambra
I MIEI DOCUMENTI
(Sellerio) Euro

Quest’anno ho letto molti libri di racconti e uno dei miei preferiti è questo di Alejandro Zambra. Si tratta dell’autore cileno più tradotto all’estero della sua generazione (ha 40 anni). Di recente ha suscitato molto entusiasmo negli USA proprio grazie a questa raccolta, pubblicata dal marchio super-cool McSweeney’s. L’edizione italiana, targata Sellerio, definisce queste storie “Undici brevi romanzi” e si tratta di un’indicazione adeguata. Alcuni dei racconti, come “Vita di famiglia”, sembrano davvero condensare in poche pagine materiali e suggestioni sufficienti per un romanzo. Ma è il racconto che dà il titolo alla raccolta, un ritratto dei genitori tracciato attraverso gli apparecchi utilizzati in casa, a rivelarsi  il più affascinante, sia per il tono affettuoso e sentimentale espresso attraverso piccole vignette, sia per l’uso immaginifico delle analogie, come nella memorabile frase: “Mio padre era un computer e mia madre una macchina da scrivere”. 


GRANDE NOVITA’ : GLI ASSAGGI
Non tutte, ma molte case editrici da tempo mettono sui loro siti estratti dai libri pubblicati. Volete avere un assaggio dei testi che vi ho suggerito, prima di comprarli? Qui di seguito vi metto i link dei brani disponibili, così potete farvene un’idea.





SalvaSalva